Anche quest’anno siamo riusciti ad organizzare soggiorni estivi per 58 persone con disabilità. Tutto il mese di luglio trenta di loro frequenteranno il bagno “Moreno Beach” di Marin di Grosseto, altri 20 il “Bagno Giglio”, sempre a Marina, e un gruppo più piccolo composto dagli otto più giovani il “Camping Etruria” di Castiglione della Pescaia.

Nei fine settimana, invece, abbiamo esteso il progetto “Tempo libero, No tempo vuoto”, in modo da consentire uscite serali e approfittare della bella stagione per magiare fuori, partecipare a eventi e occasioni di socializzazione. Da agosto, poi, le attività rientrano all’interno del grande contenitore dell’Attività occupazionale, modulate però sul periodo estivo con blitz al mare ed escursioni sul territorio, oltre ai tradizionali laboratori.

Questa grande mole di lavoro è portata avanti grazie a una ventina di operatori della Fondazione, e una quindicina di volontari del Servizio civile. Che costituiscono il nocciolo duro delle nostre attività e ne garantiscono la qualità. In alcuni casi più impegnativi, infatti, c’è bisogno di mantenere un rapporto di uno a uno.