Dare libero sfogo al proprio estro e realizzare oggettistica artigianale destinata alla vendita nei mercatini. È quello che i ragazzi fanno nell’ambito del laboratorio di composizione artistica, che di solito si svolge il giovedì all’interno del contenitore dell’Attività occupazionale.

A coordinare questo laboratorio è Camilla Cenni, animatrice di comunità, coadiuvata da Odessa, che ha una spiccata propensione per i lavori artistici, e a turno dai componenti il gruppo degli operatori.

«L’attività manuale finalizzata all’espressione della propria creatività o alla realizzazione di oggettistica – spiega Camilla – dà molta soddisfazione ai ragazzi perché sono messi in condizione di progettare e realizzare qualcosa secondo le proprie inclinazioni e in relazione alle diverse occasioni. Preparare oggetti artigianali, in particolare, non è un’attività fine a sé stessa, ma che sfocia sempre nella vendita diretta nell’ambito dei mercatini organizzati nelle più svariate occasioni. Quest’anno, ad esempio, ne abbiamo fatti una decina, e in questi giorni abbiamo intensificato le giornate di lavoro per essere pronti con il mercatino di Natale. In questo modo i ragazzi vedono una finalizzazione del proprio lavoro, e comprendono che la vendita di quel che producono serve a riacquistare i materiali per le nuove creazioni».

In questi giorno sono in fase di ultimazione centro tavola natalizi, scacciapensieri, palle di Natale ornamentali realizzate con spago e Vinavil, candele, ghirlande natalizie e tante altre cose carine.