Musica maestro! Non per scherzo ma per davvero. Basandosi sul protagonismo reale delle persone con disabilità, che imparano a suonare uno strumento, quello che più gli piace, 56cfdb808e927b52334ac3306bdd4e0cutilizzando una tecnica originale ideata dal musicista grossetano Alessandro Brandi. Una cosa diversa dalla tradizionale “musicoterapia”.

È una nuova avventura nella quale ci siamo tuffati a capofitto, in collaborazione con la neonata scuola Music Revolution di Grosseto. Che ci ha aperto una prospettiva diversa, eterodossa: non il semplice ascolto passivo della musica o la riproduzione meccanica di ritmi e arie musicali, che pure hanno un senso. Ma piuttosto il cimentarsi con un qualunque strumento. Magari proprio quello che si è sempre sognato di suonare.

Un’esperienza resa possibile grazie ad un particolare metodo didattico basato sui numeri, non le note quindi, che è stato messo a punto da Alessandro Brandi, titolare della scuola.

La relazione con le persone disabili, così, avviene anzitutto attraverso la mediazione del linguaggio musicale, mentre tecnica pratica e teorica non si basano sulla propedeutica, ma direttamente sullo strumento applicato. Insomma, se son rose fioriranno. Noi ci speriamo…..stay tuned!