Finalmente ci siamo. Entro poche settimane il campetto di calcio a fianco della casa famiglia sarà agibile e fruibile per le partite, per attività sportive e ludico motorie.

Lo scorso mese, infatti, il Comune di Grosseto ha assegnato alla Fondazione un contributo di 9.500 euro, su un preventivo di spesa di 13.500, per realizzare la rete di protezione tutto intorno al rettangolo di gioco, che misura quaranta metri per trenta. Contributo ottenuto grazie alla partecipazione al bando per l’assegnazione di risorse derivanti dalla quota parte degli oneri di urbanizzazione.

Lungo il perimetro del campo da gioco, ogni otto metri, saranno installati pali alti 6 metri ai quali verrà ancorata una rete di protezione. Il campetto sarà inoltre dotato di due porte da calcetto, di bandierine e della macchinetta per la rigatura.

Una volta pronto il campo sarà dato in gestione alla ragazzi dell’Atletico Maremma, la squadra di calcio costituita da un gruppo di utenti del Servizio di salute mentale della Asl 9.