I progetti che fanno parte di “Giochiamo insieme” rispondono a un bisogno specifico che è stato esplicitato dalle famiglie che si sono rivolte alla Fondazione Il Sole: consentire ai propri figli con difficoltà relazionali e/o disabilità fisiche di esplorare il mondo che li circonda accompagnati e supportati dalla presenza di operatori qualificati.

Questi bambini che diversamente avrebbero difficoltà oggettive o remore a integrarsi nel contesto circostante riescono, grazie alla Fondazione, a sperimentare una serie di attività strutturate all’aperto e al chiuso, educative e ricreative, che li aiutano a confrontarsi con nuove situazioni sociali e nuovi ambienti.

Dal momento che per questi ragazzi lo scoglio più grosso da affrontare è quasi sempre la socializzazione e l’approccio con l’esterno, queste attività vengono pensate e calendarizzate con l’obiettivo di farli entrare piano piano a contatto con nuove realtà, così da scongiurare il pericolo dell’isolamento sociale e da accrescere sensibilmente la loro autostima e la sicurezza nelle proprie capacità relazionali.

Attualmente sono inseriti nel progetto 10 bambini che seguono costantemente le attività proposte in Fondazione: il labarotario di educazione ambientale al Museo di storia naturale, teatro-danza con Laura Scudella, arrampicata con l’associazione grossetana il Fondino; oltre a questo, ogni sabato vengono programmate delle uscite il cui obiettivo primario è far stare i ragazzi in mezzo alla gente, proprio per aumentare il più possibile le occasioni di socializzazione anche al di fuori di attività strutturate e guidate.

I bambini sono il nostro futuro, con la Fondazione anche i bambini con bisogni speciali o con difficoltà comunicativo-relazionali possono vivere in prima persona esperienze che li fanno crescere e diventare adulti consapevoli.