“Contemporanea-Mente”, la collezione d’arte contemporanea fiore all’occhiello della Fondazione il Sole

copertina catalogo fondazionePiù di 120 tra dipinti, fotografie, litografie, installazioni e sculture. È Contemporanea-Mente, la suggestiva collezione di arte contemporanea della Fondazione Il Sole. Opere donate a titolo gratuito da un nutrito gruppo di artisti con curricula prestigiosi, che abbelliscono ogni ambiente del complesso residenziale Il Sole, dalla sala del centro sociale agli uffici, dalla casa famiglia al grande parco.
Una scelta ispirata a un’idea di fondo: la bellezza educa le persone e le aiuta a vivere in armonia con se stesse. Che si tratti di persone cosiddette normodotate o diversamente abili. A tutti piacciono le cose belle. Per consultare l’intero fondo d’arte è possibile visitare il sito www.contemporanea-mente.net

L’introduzione del catalogo (settembre 2008)
Questa collezione d’arte moderna e contemporanea è figlia della tenacia e dell’anelito all’uguaglianza, dell’utopia e del pragmatismo, dell’amore per l’arte e della passione per le relazioni umane
Sono parole che non hanno alcun intento retorico o auto celebrativo, ma che vogliono essere un omaggio sincero a tutti coloro che hanno speso le proprie energie, la propria creatività e intelligenza per contribuire ad un progetto più vasto, arricchendolo degli stimoli che solo i linguaggi misteriosi ed evocativi dell’arte sanno trasmettere.
Contemporanea-Mente, in questo senso, è un altro piccolo “miracolo” che sta nella cornice più ampia dello stupefacente e fulmineo percorso che la Fondazione Il Sole – Onlus ha potuto compiere grazie al sostegno di migliaia di persone, realizzando in appena un anno e mezzo il complesso di viale Uranio.
Come si concilia una collezione d’arte moderna e contemporanea con una struttura residenziale destinata al “dopo di noi”, i cui fruitori sono persone disabili non autosufficienti?
È la domanda che all’inizio ci siamo fatti, ma alla quale è stato semplice dare una risposta. Perché anche alle persone disabili piacciono le cose belle. Ovvio e rivoluzionario allo stesso tempo.

La Fondazione Il Sole è nata per dare qualità della vita a chi nella vita ha dovuto combattere con tante forme di disagio. Un’aspirazione che si concilia perfettamente con la bellezza cui l’arte sa dare forma, in questo caso attraverso la pittura, la scultura e la fotografia.
Essere riusciti a declinare questo nostro obiettivo anche coniugando l’approccio estetico con la funzionalità di una struttura destinata all’assistenza è motivo di gratitudine profonda nei confronti di Andrea Massaro e Antonella Giordano, nella loro veste di amici e curatori del fondo; delle decine di artisti e degli studenti e insegnanti del Liceo Artistico di Grosseto, che hanno contribuito donando con generosità disinteressata le loro bellissime opere; del critico d’arte Mauro Papa, che ha inquadrato filologicamente la collezione d’arte moderna e contemporanea; delle aziende Hobby Casa e Unipol, che hanno reso possibile l’allestimento delle opere e la realizzazione di questo catalogo.
C’è, infine, un ulteriore motivo di soddisfazione, e quindi di gratitudine, che merita di essere esplicitato.
Il fondo di arte moderna e contemporanea di cui Il Sole è oggi titolare, costituisce per tutti noi un vanto, ma soprattutto un dono da offrire alla città di Grosseto e più in generale ai curiosi delle cose di questo mondo.

L’indiscutibile valore artistico delle opere rimarrebbe in fondo fine a sé stesso, se fosse riservato al godimento di pochi, magari addetti ai lavori. Contemporanea-Mente, invece, nasce come un allestimento non tradizionale, fruibile a chiunque, per i motivi più disparati, si troverà a frequentare la casa famiglia, il parco e il centro sociale di viale Uranio.
L’arte moderna e contemporanea come fenomeno civico, accessibile a tutti, con il suo potenziale taumaturgico, liberatorio, educativo e finanche terapeutico. Così ci piace immaginare un percorso artistico, coerente con il nostro approccio culturale alla disabilità.

Il presidente della Fondazione Il Sole Onlus
Massimiliano Frascino