Attività occupazionale

L’abbiamo intenzionalmente chiamata “attività occupazionale” per non confonderla con la terapia occupazionale, perché siamo convinti che la vita quotidiana delle persone con disabilità abbia poco a che vedere con le terapie. Una visione che riduce la disabilità a problema sanitario.

L’attività occupazionale è un grande contenitore all’interno del quale si articolano 12 laboratori, che hanno l’obiettivo di sviluppare l’autonomia personale attraverso occasioni di socializzazione, acquisizione di competenze e percorsi educativi che valorizzino le inclinazioni personali.

In altre parole un’attività ispirata al protocollo Icf (International classification of functioning), strumento elaborato dall’Organizzazione mondiale per la sanità (Who) per descrivere lo stato di salute delle persone rispetto all’ambito sociale, familiare e lavorativo, al fine di cogliere le difficoltà che nel loro contesto socio-culturale possono causare disabilità.