Trasparenza/ Come ci finanziamo

Lavorare quotidianamente per l’integrazione delle persone con disabilità gravi, è molto oneroso sotto il profilo economico. Soprattutto perché è basso il rapporto tra utenti e operatori.
A questo si aggiunge il fatto che è sempre più difficile poter contare su risorse di provenienza pubblica.
Per questo la Fondazione Il Sole, consapevole della propria natura di charity privata, ha sin dall’inizio fatto lo sforzo di diversificare le proprie fonti di entrata per garantire continuità e sostenibilità nel tempo ai progetti per garantire autonomia e qualità della vita alle persone con disabilità.

Sostanzialmente sono cinque i canali di finanziamento:
a. donazioni e contributi da privati (anche in forma di compartecipazione ai servizi)
b. contributi da parte delle aziende nella logica della “responsabilità sociale d’impresa”
c. 5 per 1000 destinato dai contribuenti attraverso la dichiarazione dei redditi
d. contributi da parte di Enti pubblici
e. lasciti testamentari

L’equilibrio finanziario tra entrate e uscite nel medio periodo è determinante per garantire la qualità degli interventi progettati per le persone con grave disabilità.