ElenaC
Elena Carnevali, relatrice del Progetto di legge sul “Dopo di Noi” in XII Commissione Affari Sociali della Camera

La relatrice Elena Carnevali: «Era un ritardo che andava colmato e rappresenta una risposta per garantire una qualità di vita futura alternativa agli istituti, che oggi rappresentano quasi l’unica soluzione per queste persone, ospitandone circa l’80%»

ansa

ANSA/ In arrivo 310mln per disabili privi sostegno. Da Commissioni Affari sociali Camera Sì a Progetto di legge, a settembre in Aula

(ANSA) – ROMA, 29 LUG – La commissione Affari sociali della Camera ha dato il via libera al provvedimento legislativo sul ‘Dopo di noi’, che riguarda l’assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive di sostegno familiare, circa 80.000 in Italia, ma con una previsione di aumento di circa 12.000 in cinque anni.

Ora la legge, che prevede uno stanziamento di circa 310 milioni di euro in un triennio, passerà al vaglio delle commissioni Bilancio, Finanze, Affari Costituzionali e Giustizia di Montecitorio, che dovranno esprimere un parere prima dell’approdo in Aula, previsto alla ripresa dei lavori dopo la pausa estiva.

La Commissione XII ha concluso l’esame del testo e approvato il submendamento della relatrice del Pdl Elena Carnevali (Pd), che prevede lo stanziamento di circa 190 milioni di euro nel triennio 2016-18. La somma andrà a costituire un fondo specifico, «per attivare programmi di intervento volti a favorire percorsi di deistituzionalizzazione, di supporto alla domiciliarità in residenze o gruppi appartamento che riproducono le condizioni abitative e relazionali della casa familiare e che tengono conto anche delle migliori opportunità offerte dalle nuove tecnologie, al fine di impedire l’isolamento delle persone con disabilità». Previsti, inoltre, 116 milioni per la parte relativa alla copertura delle agevolazioni fiscali, ovvero per le detrazioni di spese sostenute per le polizze assicurative finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave e per le agevolazioni tributarie per i trust, strumenti giuridici che permette di individuare un garante del fondo istituito dai genitori per il mantenimento del figlio.

«Era un ritardo che andava colmato – commenta Carnevali – e rappresenta una risposta per garantire una qualità di vita futura alternativa agli istituti, che oggi rappresentano quasi l’unica soluzione per queste persone, ospitandone circa l’80%».

(ANSA). YQX-COC 29-LUG-15 20:07 NNNN

italpress

 

 

 

ITALPRESS/ DISABILI: CARNEVALI «TESTO UNIFICATO ‘DOPO DI NOI’ TRAGUARDO IMPORTANTE»
ROMA (ITALPRESS) – «Dopo più di un anno di lavoro, oggi la commissione Affari sociali della Camera ha licenziato il testo unificato della Pdl in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità prive di sostegno familiare, nota come legge sul ‘Dopo di noi’, che ora passerà all’esame delle commissioni competenti per il parere. E’ stato un lavoro intenso e atteso da più legislature dalle famiglie delle persone con1 disabilità e dal mondo associativo». Lo dice Elena Carnevali, deputata Pd e componente della commissione Affari sociali della Camera, relatrice del provvedimento.

«Con questa legge si fa riferimento anche all’art. 19 della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità – prosegue Carnevali -. Vogliamo finalmente invertire quel dato italiano che vede quasi l’80 per cento dei disabili adulti in istituti dedicati. Con questa legge vogliamo, con il concorso di Regioni, Enti Locali e terzo settore favorire percorsi di deistituzionalizzazione, la creazione di progetti ed interventi innovativi di residenzialità che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare, di supporto alla domiciliarità e sviluppare i programmi per l’acquisizione di competenze per la gestione della vita quotidiana. Viene quindi istituito presso il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali un Fondo specifico pari a 190 milioni per il triennio 2016-2018 e circa 116 milioni per la copertura relativa alle polizze assicurative e agevolazioni per il trust».

«Altra particolarità della legge, oltre la detraibilità delle spese sostenute per le polizze assicurative finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave, è quella di facilitare attraverso agevolazioni tributarie la costituzione di trust con il quale i genitori trasferiscono beni mobili o immobili ad un soggetto di fiducia il quale ne dispone esclusivamente per il mantenimento, le cure ed il sostegno della persona con disabilità grave, secondo le finalità indicate nell’atto istitutivo del trust dagli stessi genitori – spiega l’esponente del Pd -. Sono ancora possibili interventi migliorativi alla legge ma pensiamo di aver corrisposto ad un’attesa durata fin troppo. Garantire maggior qualità ed inclusione in tutti gli ambiti della vita degli adulti disabili e corrispondere alle loro ambizioni ed aspettative deve essere per noi il vero ed unico obbiettivo».

(ITALPRESS). Sat/com 29-Lug-15 17:46 NNNN

9colonne

9COLONNE – DISABILI, CARNEVALI (PD): TESTO UNIFICATO SUL “DOPO DI NOI” TRAGUARDO IMPORTANTE
(9Colonne) Roma, 29 lug – «Dopo più di un anno di lavoro, oggi la commissione Affari sociali della Camera ha licenziato il testo unificato della Pdl in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità prive di sostegno familiare, nota come legge sul ‘Dopo di noi’, che ora passerà all’esame delle commissioni competenti per il parere. È stato un lavoro intenso e atteso da più legislature dalle famiglie delle persone con disabilità dal mondo associativo». Lo dice Elena Carnevali, deputata Pd e componente della commissione Affari sociali della Camera, relatrice del provvedimento.

«Con questa legge si fa riferimento anche all’art. 19 della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità – prosegue Carnevali -. Vogliamo finalmente invertire quel dato italiano che vede quasi l’80 per cento dei disabili adulti in istituti dedicati. Con questa legge vogliamo, con il concorso di Regioni, Enti Locali e terzo settore favorire percorsi di deistituzionalizzazione, la creazione di progetti ed interventi innovativi di residenziali che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare, di supporto alla domiciliarità sviluppare i programmi per l’acquisizione di competenze per la gestione della vita quotidiana. Viene quindi istituito presso il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali un Fondo specifico pari a 190 milioni per il triennio 2016-2018 e circa 116 milioni per la copertura relativa alle polizze assicurative e agevolazioni per il trust.

Altra particolarità della legge, oltre la detraibilità delle spese sostenute per le polizze assicurative finalizzate alla tutela delle persone con disabilià grave, quella di facilitare attraverso agevolazioni tributarie la costituzione di trust con il quale i genitori trasferiscono beni mobili o immobili ad un soggetto di fiducia il quale ne dispone esclusivamente per il mantenimento, le cure ed il sostegno della persona con disabilità grave, secondo le finalità indicate nell’atto istitutivo del trust dagli stessi genitori. Sono ancora possibili interventi migliorativi alla legge ma pensiamo di aver corrisposto ad un’attesa durata fin troppo. Garantire maggior qualità ed inclusione in tutti gli ambiti della vita degli adulti disabili e corrispondere alle loro ambizioni ed aspettative deve essere per noi il vero ed unico obbiettivo».

(PO / red) 291903 LUG 15