a cura di Giulia MiliziaConsiglio di Stato

Diritti dei disabili gravi nella scelta prioritaria della sede di lavoro e di quella del successivo trasferimento ex art.21 L.104/92.
Consiglio di Stato sentenza n.5835 del 24/12/2015
La sentenza, pur dichiarando improcedibili i ricorsi principali della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Consiglio di presidenza della Giustizia amministrativa e quelli incidentali del disabile e del controinteressato, chiarisce e fissa i presupposti per l’applicazione dell’art. 21 L.104/92, soprattutto nel caso in cui le patologie invalidanti o l’aggravarsi dell’handicap si presenti dopo la costituzione del rapporto di lavoro. Fattispecie relativa ad un vincitore del concorso per Referendario di Tar, affetto da svariate patologie dipendenti da causa di servizio (in precedenza era un dirigente della Polizia di Stato) che chiese invano, per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute, il trasferimento dal Tar Veneto a quello del Lazio.

La sentenza è qui consultabile