DIRITTI/ L’Agenzia europea per i diritti prepara la rivoluzione della “vita indipendente” delle persone disabili

DIRITTI/ L’Agenzia europea per i diritti prepara la rivoluzione della “vita indipendente” delle persone disabili

logo

Pubblichiamo un breve testo di Giulia Milizia che ci illustra i contenuti dei tre dossier redatti dall’Agenzia europea per i diritti 2017_calendarfondamentali (Fra) tesi a definire le linee guida per promuovere la vita indipendente da parte delle persone con disabilità.

L’Agenzia europea per i diritti fondamentali (Fra) ha varato un progetto che coinvolge gli Stati membri dell’Ue per garantire alle persone con disabilità il diritto alla vita indipendente in ossequio a quanto stabilito dalla convenzione Onu sulla tutela dei disabili (artt.19 ss). Andando anche oltre ponendosi l’obiettivo di promuovere la deistituzionalizzazione di chi vive in strutture segreganti.

Il progetto è articolato in due macro aree – livello comunitario e nazionale – e in più settori. Si prefigge di sviluppare una tipologia di istituzioni dell’Ue a ciò preposte, codificando indicatori comuni alla cui individuazione contribuiranno le misure giuridiche e politiche a livello nazionale e comunitario. Così come lo studio di singoli casi, basati sull’assistenza a livello locale, per comprendere le direttive e gli ostacoli a questa transizione.

Nel mese di ottobre 2017 l’Agenzia europea per i diritti fondamentali, dando atto che è in corso un dibattitto su queste tematiche, ha pubblicato i primi reports su questo progetto in cui si analizzano i problemi emersi in questa prima fase. Soprattutto quelli connessi alla transizione dal livello nazionale a quello europeo, con l’individuazione dei primi disabili-cateneindicatori (dossiers nn.1 e 2). Dai reports emerge come tema di fondamentale importanza il finanziamento del processo di deistituzionalizzazione. Infine un terzo dossier analizza i casi concreti relativi a come le prime misure sul “dopo di noi” abbiano influito sulla vita dei disabili, dando indicazioni su come migliorare la loro indipendenza.

Qui i reports (ed altre informazioni utili su questo progetto) che, purtroppo, sono disponibili solo in inglese, ma facilmente accessibili a chiunque con un qualsiasi programma di traduzione automatica: http://fra.europa.eu/en/project/2014/rights-persons-disabilities-right-independent-living/publications.

 

FRA-2017-independent-living-part-I-commitments-structures

FRA-2017-independent-living-part-II-funding-budgeting

FRA-2017-independent-living-part-III-outcomes

Comments are closed.