DIURNO DIFFUSO: Dopo tanti post e molte foto condivise, ci prendiamo un momento per spiegarvi in dettaglio cosa si fa alla Fondazione Il Sole.

Le nostre attività quotidiane – attività occupazionale, tempo libero no tempo vuoto, riabilitazione equestre – fanno organicamente parte di ciò che chiamiamo diurno diffuso. Una serie di interventi formativi e riabilitativi quotidianamente messi in atto per integrare, rendere autonome ed educare le persone con disabilità psichica, intellettiva e relazionale che si rivolgono alla Fondazione attraverso le loro famiglie.

Perché “diurno diffuso.

Diurno perché le attività proposte riempiono le giornate dalle 9 alle 19 – sei giorni a settimana, da settembre a giugno di ogni anno – costituendo un notevole arricchimento personale per le persone disabili e un concreto supporto per i loro famigliari. Che sanno di poter contare sulla presenza di operatori qualificati e su un ambiente totalmente rispondente alle esigenze dei loro figli.

Diffuso perché si spalma su svariate attività che non hanno semplicemente lo scopo di far passare il tempo ai ragazzi, ma sono finalizzate al raggiungimento di specifici traguardi individuali definiti sulla base del progetto di vita.

Ogni attività, ogni laboratorio o momento passato insieme nel contesto del diurno diffuso è pensato per insegnare qualcosa, per educare e per rendere più autonome le persone. Avendo presente che la vita di una persona con deficit psicofisici anche gravi può comunque essere ricca di stimoli, di energia e obiettivi da realizzare, in una relazione positiva con la propria comunità.

Le persone hanno così la possibilità di sperimentare sia momenti ricreativi e di socializzazione che percorsi di impegno attivo finalizzati all’autodeterminazione e all’acquisizione di autostima e consapevolezza. Immerse in queste attività e assecondate da educatori, psicologi e artigiani ogni volta diversi, le persone disabili si mettono alla prova e imparano a superare i propri limiti, a definire i propri obiettivi e a relazionarsi con i diversi contesti in cui si trovano. In altre parole, grazie al diurno diffuso si dà sostanza al concetto di integrazione sociale.

Un lavoro spesso oscuro e poco decifrabile, che gli operatori della Fondazione Il Sole svolgono con grande competenza e motivazione, e che in questa fase dell’anno coinvolge complessivamente più di 80 persone.