Venerdì scorso, in una calda giornata di fine estate, il sogno di avere un maneggio coperto si è finalmente materializzato. A tagliare il nastro della nuova tensostruttura, una P1050335grande tenda a capanna, è stato il sub commissario della Asl 9 Daniele Testi, di fronte a più di cinquanta persone felici per il traguardo raggiunto dall’Associazione grossetana genitori bambini portatori di handicap (Aggbph) dopo vent’anni di attività nel campo della riabilitazione equestre.

La nuova tensostruttura che copre il campo prove collocato in fondo al maneggio del Centro ippico il Mustiaio, che ospita dall’inizio la riabilitazione equestre dell’Aggbph, è stata acquistata dalla Provincia di Grosseto grazie al “progetto transfrontaliero Italia-Francia marittimo Hippotyrr2” finanziato dal Fondo sociale europeo. A seguire il progetto l’Ufficio agricoltura dell’Amministrazione provinciale.

La tensostruttura realizzata con un telaio in alluminio e copertura in poliestere spalmato in Pvc, copre una superficie di 450 mq (30×15 mt) è alta al colmo 5,40 mt con pareti di 3mt ed è dotata di tamponature laterali amovibili che in caso di bisogno proteggono completamente dal pioggia e vento. Della dotazione fanno parte l’impianto d’illuminazione e quello d’irrigazione della sabbia del campo prove.

Quest’anno i corsi di riabilitazione equestre inizieranno dal prossimo 1° Ottobre, nel pomeriggio il mercoledì e il venerdì (info: Roberto 338-8260557), e proseguiranno fino a Giugno 2016. Lo scorso anno vi hanno preso parte 20 persone, ma con la nuova copertura a disposizione, che garantisce più confort in caso di pioggia e vento, ci si aspetta un incremento di presenze alle attività.

«Per l’Associazione grossetana bambini portatori di handicap (Aggbph) che trent’anni fa, grazie alla generosità della famiglia Savio, iniziò a tenere i corsi di ippoterapia – dice la presidente, Flavia Cianferoni – è l’avverarsi di un sogno. Per il quale siamo davvero grati all’Ufficio agricoltura della Provincia di Grosseto diretto da Walter Nunziatini, coadiuvato da Cristina Attilio e Tamara Fattorini, e al dottor Mauro Camuffo, responsabile della Neuropsichiatria infantile della Asl 9. Con loro Aggbph e Fondazione Il Sole ringraziano di cuore Daniela e Andrea Savio che da sempre consentono lo svolgimento dell’attività di ippoterapia concedendo a titolo gratuito l’utilizzo dei cavalli e degli spazi del maneggio».