Finalmente ci siamo. Il nuovo impianto fotovoltaico installato sul tetto del centro sociale della Fondazione Il Sole è stato allacciato alla rete di distribuzione di Enel. D’ora in avanti grazie alla luce del sole potremo autoprodurre almeno due terzi dell’energia elettrica che consumiamo annualmente per le nostre attività.

L’investimento per la Fondazione è costato 26.500 euro, e sarà ammortizzato in 7 anni anche grazie alle agevolazioni fiscali che prevedono la detraibilità del 50% delle spese dall’imponibile Irpef.

L’impianto, realizzato dall’impresa Tecna Srl di Grosseto, ha una potenza installata di 14 Kw ed è composto da 56 pannelli solari al silicio e un inverter. Il regime è quello di scambio sul posto, per cui autoconsumeremo l’energia elettrica in tempo reale quando l’impianto ne produrrà, mentre quella prodotta ma non consumata verrà immessa in rete e scontata dalla bolletta.

«Anche questo – spiega il presidente della Fondazione Il Sole, Massimiliano Frascino – costituisce un passo in avanti che ci consentirà di risparmiare risorse e di essere più efficienti dal punto di vista ambientale. Fino ad oggi abbiamo speso dai 7000 ai 9000 euro all’anno di energia elettrica. Oltre ai consumi per l’illuminazione e le pompe di calore del centro sociale, infatti, dobbiamo far fronte a quelli per l’illuminazione del parco, del campo sportivo, per il pozzo d’irrigazione e per il motore della fontana. Tra un anno verificheremo, ma contiamo di poter risparmiare almeno due terzi dell’energia elettrica che consumiamo».