96a85da2daa074ee6d67616ba75401bb Pomeriggio all’insegna della cultura, quello trascorso sabato scorso da un gruppo di ragazzi e ragazze che frequentano l’attività “Tempo libero, No tempo vuoto”. Ad accoglierli il Museo archeologico di Scansano, dove hanno partecipato a un breve percorso didattico basato sull’osservazione dei reperti archeologici e poi su un gioco consistente nella ricerca all’interno di cassoni riempiti di sabbia di piccole riproduzioni dei reperti esposti e quindi nel loro riconoscimento .

«L’esperienza fatta a Scansano – spiega le operatrici Rachele Blijmberg e Giada Cossu – fa parte di un servizio per il durante noi che si articola nel corso di dieci mesi ed è basata su un approccio educativo che stimola i ragazzi e li rende pro attivi. Le persone con disabilità hanno infatti molto tempo libero a disposizione ed è importante che lo trascorrano sia divertendosi che sviluppando le proprie capacità intellettive, che devono essere sollecitate».

Il progetto “Tempo libero, No tempo vuoto”, da questo punto di vista si basa su un mix di esperienze di gruppo che favoriscono la socializzazione ed i rapporti interpersonali, ma anche percorsi didattici ed educativi. Dalla classica pizza al cinema, dalle merende agli acquisti, fino alle visite al museo, fattorie didattiche, a centri storici o aziende.