Come calare nella realtà della scuola grossetana il protocollo “International classification of functioning” (Icf), lo strumento di classificazione messo a punto dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per valutare lo stato di salute delle persone in relazione ai loro ambiti esistenziali (sociale, familiare, lavorativo). Strumento nato con l’obiettivo di cogliere le difficoltà che nel contesto socio-culturale di riferimento possono causare disabilità.

È il tema al centro del convegno promosso da AGGBPH, Miur, Istituti comprensivi Grosseto 2 e 3 e dalla Asl 9: “Progetto ICF – Dal modello ICF dell’OMS alla progettazione nella scuola. SENZA BARRIERE: per un’integrazione scolastica produttiva e serena”, che si terrà venerdì 24 maggio alle 16.00 nell’Aula Magna della scuola Giovanni Pascoli di Grosseto, in piazza Rosselli.

Per l’Aggbph interverrà il dottor Alessandro Monaci, che terrà una relazione su “La rete territoriale del Progetto ICF: il punto di vista dell’Associazione”.