2016-09-13-photo-00000217Da martedì 13 settembre hanno preso servizio e fino al settembre 2017 faranno la loro esperienza accanto alle persone con disabilità. Sono i 16 volontari del Servizio civile nazionale assegnati a Fondazione Il Sole e Associazione grossetana genitori bambini portatori di handicap (8 + 8), selezionati lo scorso luglio sulla base di un bando nazionale.

A dare loro il benvenuto Flavia Cianferoni, presidente dell’Aggbph, e Roberto Marcucci, coordinatore delle attività della Fondazione, insieme agli operatori e a un gruppo dei ragazzi che frequentano l’Attività occupazionale.

Sin da subito i ragazzi e le ragazze inizieranno a immergersi nelle attività quotidiane che nell’arco di un anno coinvolgono un centinaio di persone con disabilità, sei giorni su sette. In parallelo i volontari svolgeranno la formazione obbligatoria prevista da Arci servizio civile per meglio affrontare i compiti cui sono stati destinati.

«Finalmente i volontari possono prendere servizio – sottolinea Massimiliano Frascino – Quest’anno purtroppo c’è stato un buco di due mesi e mezzo, coinciso con l’estate, nella continuità tra un gruppo di volontari e l’altro, e questo ci ha creato diversi problemi. Uno dei cardini delle nostre attività, infatti, è la qualità delle relazioni umane per le persone con disabilità; è chiaro che la presenza di molti ragazzi e ragazze, e la loro rotazione annuale, aiutano a creare un contesto relazionale gioioso e stimolante per chi frequenta le attività. Con un riverbero positivo sulla motivazione delle persone con disabilità e un effetto altrettanto positivo sui percorsi d’integrazione reale nei diversi ambiti sociali che i gruppi frequentano regolarmente».