Si sono conclusi lunedì scorso i soggiorni estivi 2012 che oramai da anni l’Associazione grossetana genitori bambini portatori di handicap, gli ultimi dei quali insieme alla Fondazione Il Sole, organizza al Camping Etruria di Castiglione della Pescaia. Quest’anno, nel periodo dal 20 luglio al 20 agosto, vi hanno preso parte 42 ragazzi e ragazze con disabilità, la maggior parte dei quali, partecipando agli extra turni ha fatto in media 19 giorni di campeggio.

Le attività estive organizzate da Fondazione e Aggbph, peraltro, andranno avanti fino alla vigilia della ripresa scolastica. Al bagno Moreno Beach di Marina di Grosseto ci sono ragazzi e ragazze che frequentano i percorsi di socializzazione di “Tempo libero, no tempo vuoto”, mentre allo stabilimento del Dopolavoro ferrovieri, sempre a Marina, ci sono quelli che frequentano l’attività occupazionale. In tutto poco più di venti persone.

«Quella di quest’anno – spiega Roberto Marcucci, responsabile delle attività di Fondazione e Aggbph – è stata un’estate impegnativa ma di grande soddisfazione. Nonostante il numero elevato di ragazzi e ragazze che hanno frequentato le nostre attività, infatti, abbiamo portato avanti tre tipi diversi di servizio, più uno sperimentale di sostegno alle famiglie che introdurremo in via ordinaria da ottobre, riuscendo a mantenere la nostra impostazione educativa e d‘integrazione reale. Con piccoli gruppi che hanno favorito le relazioni interpersonali con i gestori delle strutture e i turisti che le frequentavano».