2017-03-25-PHOTO-00000319Laboratorio di “riciclo sensoriale”. Il nome è senza dubbio inconsueto, ma questo laboratorio messo a punto da Monica Calabrese, referente dell’Attività occupazionale, e Monica Colombo, operatrice, è davvero originale e creativo.

L’idea intorno alla quale il laboratorio è stato costruito si basa su un percorso di conoscenza dei materiali di scarto attraverso i sensi, per poi procedere alla progettazione e realizzazione di manufatti riciclati. «Le persone con gravi disabilità psichiche e sensoriali, come quelle non vedenti – spiega Monica Calabrese – spesso hanno difficoltà oggettive a riconoscere gli oggetti della vita quotidiana, la loro funzione e i materiali di cui sono fatti. Noi partiamo dal contatto fisico con gli oggetti per conoscerli attraverso i sensi, ad esempio bendando le persone per simulare la condizione di cecità, e da quest’esperienza inizia un percorso per immaginare un utilizzo diverso di oggetti che diventerebbero semplici rifiuti».

L’obiettivo è comprendere cosa significa  riciclare attraverso l’osservazione degli oggetti di uso quotidiano, per riutilizzarli dandogli un’altra vita. «Questo percorso – spiega Monica Colombo – incuriosisce e motiva molto le persone, che imparano a capire come nascono i rifiuti e dove vanno a finire, così come cosa significhi fare la raccolta differenziata e perché è utile. Di cosa è  fatta una bottiglia? da cosa sensorialmente riconosciamo un oggetto di vetro rispetto a uno in alluminio o plastica? Partiamo da questo per distinguerne le caratteristiche: liscio/ruvido, morbido/duro, pesante/leggero, lungo/corto….».

Alla conclusione del percorso, le persone riciclano i vari materiali (legno, carta, vetro, plastica, polistirolo, alluminio..) e li trasformano in nuovi oggetti attraverso la fantasia e la creatività. E così un barattolo per omogeneizzati diventa un portacenere colorato, una bottiglia di plastica un fiore, un vecchio libro un vaso di fiori. Un contenitore d’alluminio per pomodori pelati diventa un portapenne, una scatola per formaggini un prezioso portagioie o un portapillole personalizzato….

Sostieni le nostre attività con il 5×1000: sulla tua dichiarazione dei redditi scrivi il nostro CODICE FISCALE 920 536 00 539