All’indomani della Conferenza toscana sulla disabilità, Stefania Saccardi lamenta “scarsa attenzione al tema da giornali e politici a differenza di quanto RedattoreSociale_BIGavvenuto per il menù del vertice italo tedesco”. “In Toscana 100 mila disabili ma nessuno se ne è accorto”

FIRENZE – “La disabilità ha meno fascino della ribollita della Merkel”. Con queste parole provocatorie la vicepresidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, ha commentato la “scarsa attenzione che media e politici hanno riservato alla Conferenza regionale sulla disabilità” che si è svolta venerdì e sabato a Campi Bisenzio, in provincia di Firenze, proprio in concomitanza del vertice italo tedesco tra Matteo Renzi e Angela Merkel, sempre nel capoluogo toscano. “Credo che la presenza del vertice italo-tedesco sia stata una grande opportunità per Firenze e per il nostro Paese ma credo anche che, in questo vertice, la pappa al pomodoro poteva essere lasciata al palato dei commensali” ha detto Saccardi, che ha espresso rammarico per la scarsa attenzione al convegno sulla disabilità nonostante le quasi mille persone che vi hanno preso parte, soprattutto operatori di associazioni.

“La disabilità non fa notizia – ha aggiunto Saccardi – Dispiace che, oltre alla quasi totale assenza dei media alla Conferenza sulla disabilità ci sia stata una presenza piuttosto scarsa dei politici. Non hanno fatto le corse per essere presenti a San Donnino, diversamente da quanto accaduto al vertice italo-tedesco. Peccato perché la disabilità è un tema cruciale su cui noi stiamo investendo molte risorse. In questo modo i tanti senza voce come i disabili rischiano di restare ancora senza voce. Nella nostra regione superano le 100 mila unità eppure, al di là degli addetti ai lavori, nessuno pare essersene accorto”.

stefania-saccardiDurante la Conferenza regionale sulla disabilità, Saccardi ha annunciato più risorse al cosiddetto ‘Dopo di noi’, l’assistenza ai disabili dopo la scomparsa dei loro genitori, momento in cui perdono queste persone vengono a trovarsi senza un fondamentale supporto familiare. Sarà possibile grazie ad una delibera ad hoc. Saccardi ha poi annunciato che la Conferenza sulla disabilità diventerà un appuntamento che si ripeterà ogni anno per fare il punto sulle politiche sociali su questo particolare settore. E’ stato inoltre sottolineato che sono allo studio nuovi progetti di residenzialità di piccoli numeri dove la persona disabile possa contribuire anche alla gestione di tanti aspetti della vita quotidiana, cose che sembrano semplici, e che la persona disabile ha sempre fatto, ma che però oggi la normativa nazionale non consente. Infine, la vicepresidente Saccardi ha annunciato la creazione di “un’unica cabina di regia per tutte le informazioni ai disabili che vivono nella nostra regione”.