È stata l’estate del ritorno in massa dei turisti, e questo ha portato un po’ di lavoro in più ai ragazzi del pastificio artigianale “Pasta di Sole”, che per tutta l’estate hanno 1fd6009e2029ba30fba47ddff4a6f3eblavorato a testa bassa con l’obiettivo di incrementare il fatturato e salvaguardare la cooperativa “Raggi di Sole”.

«Quest’estate – spiega Francesca Schiaroli, ch per la cooperativa segue i rapporti con i clienti – abbiamo avuto la soddisfazione di diventare fornitori dei bagni Stella e Giglio di Marina di Grosseto, dei ristoranti Il Corsaro e la Brace del Nero di Castiglione e dell’agriturismo Bandaccheri Ponti di Badia. Clienti che si sono aggiunti ad altre importanti strutture turistiche come l’agriturismo Il Duchesco di Alberese e gli Hotel Leopoldo II di Marina e Granduca a Grosseto. Per tutti coloro che lavorano al pastificio un motivo di grande soddisfazione».

Pasta di Sole prova così a risalire la china delle difficoltà di bilancio. «La situazione di bilancio – spiega Massimiliano Frascino, presidente della coop Raggi di Sole che gestisce il negozio – è ancora molto complicata, ma speriamo piano piano di raddrizzare le cose. A settembre Pasta di Sole taglierà il traguardo dei tre anni, ed è sinceramente già un bel successo essere rimasti in vita nonostante gli effetti devastanti della crisi e qualche errore commesso in buona fede per inesperienza. L’aver avuto fiducia da parte di tanti clienti ci motiva a fare del nostro meglio e ad ampliare la produzione. In estate abbiamo ovviato al calo della domanda delle famiglie con la fornitura alle attività turistiche e ricettive. Dall’autunno contiamo sulla ripresa della domanda delle famigli e delle attività commerciali e della ristorazione. È evidente che la sostenibilità economica della cooperativa dipende dal volume dei prodotti che riusciamo a vendere, come per qualunque attività produttiva»